Una nuova vita è possibile nella campagna di AUS Niguarda

Una nuova vita è possibile nella campagna di AUS Niguarda

Protagonisti del film uomini, donne e bambini che non si sono arresi all’invalidità

È stata scelta la testimonianza diretta per la campagna realizzata da Aragorn a supporto della raccolta fondi con SMS solidale di AUS Niguarda – Associazione Unità Spinale di Niguarda (fino al 28 ottobre si dona 1 euro con un SMS al 45597 per finanziare la costruzione dello Spazio Vita, un centro polifunzionale per le attività socio-integrative della riabilitazione di chi è disabile a causa di una lesione al midollo spinale o di chi nasce affetto da Spina Bifida).
Un film non didascalico dove i personaggi – persone vere che ogni giorno combattono per raggiungere quanta più autonomia possibile – affermano di avere un’età incompatibile con il loro aspetto. Lo spettatore arriva così a scoprire che la giovane età dichiarata è quella riconquistata grazie al supporto di AUS Niguarda insieme a ASBIN Onlus – Associazione Spina Bifida e Idrocefalo Niguarda e ASBI – Associazione Spina Bifida Italia.
A chiudere il film è Luca Barisonzi, l’alpino gravemente ferito in Afghanistan che, grazie all’Unità Spinale di Niguarda, ha iniziato un percorso di riabilitazione. “A vivere si può ricominciare” è l’appello che Barisonzi lancia allo spettatore per invitarlo a sostenere la costruzione del nuovo Spazio Vita.
Il film 30’’ è stato prodotto da Mach2Azione per la regia di Claudio Casiraghi; speaker Simone D’Andrea.
Stampa, comunicazione web, radio e flyer, affidate all’immagine e alla voce di Luca Barisonzi, completano la campagna.

Informazioni

Aragorn: 02 46546785
AUS Niguardaclicca qui

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.