Studenti registi contro lo spreco alimentare

Studenti registi contro lo spreco alimentare

In tv gli spot vincitori del concorso video promosso da CISV e Fondazione ACRA

A qualcuno piace…troppo realizzato dalla Scuola Secondaria di Primo Grado Molino Vecchio di Gorgonzola, “Per un pugno di soia” dell’I.I.S. Einaudi di Ferrara e “No agli sprechi alimentari” ideato dall’I.S. Falcone di Gallarate. Sono questi gli spot vincitori del concorso promosso da CISV – Comunità Impegno Servizio Volontariato Onlus e Fondazione ACRA con il patrocinio di Pubblicità Progresso.
L’iniziativa ha coinvolto gli studenti di oltre cento scuole primarie e secondarie di tutta Italia nella realizzazione di spot di comunicazione sociale che raccontano con gli occhi di bambini e ragazzi losprecoalimentare, la sostenibilità e il consumo critico.

Il concorso si inserisce nel più ampio progetto EAThink”, lanciato da CISV e Fondazione ACRA con l’obiettivo di sensibilizzare studenti e insegnanti sui temi della sovranità e della sicurezza alimentare.
Attraverso laboratori sui temi del cibo e della sostenibilità, iniziative di sensibilizzazione gestite dagli studenti stessi, seminari e workshop per diffondere i risultati e le buone pratiche agli insegnanti, i ragazzi hanno appreso gli strumenti necessari per impegnarsi di fronte alle sfide globali che riguardano il cibo, preparandosi a diventare davvero “cittadini del mondo”.
Il progetto, sostenuto dalla Commissione Europea, si è svolto in contemporanea anche in altri paesi del continente. Il video francese “L’Ardoise de Léo” della scuola Lycée des Andaines in Normandia è stato eletto migliore spot EAThink2015 a livello europeo.

Per garantire la massima visibilità agli spot vincitori di questa iniziativa, Aragorn si sta occupando della loro veicolazione gratuita su diversi mezzi: tv nazionali e locali, circuiti delle sale cinematografiche, facebook e testate online.

Informazioni

Aragorn: 02 46546742
CISV: clicca qui
Fondazione ACRA: clicca qui
EAThink:clicca qui

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *