Riprendere il filo della vita nella campagna di Fondazione Ariel

Riprendere il filo della vita nella campagna di Fondazione Ariel

On air il film che racconta la vita delle famiglie di bambini affetti da Paralisi Cerebrale Infantile

La collaborazione tra Fondazione Ariel e Aragorn si arricchisce in questo mese di maggio di un nuovo capitolo: una nuova campagna di comunicazione per la sensibilizzazione e la raccolta fondi tramite SMS solidale (fino al 25 maggio si dona 1 euro con un SMS al 45599 per sostenere il progetto formativo dedicato alle famiglie di bambini affetti da Paralisi Cerebrale Infantile).
La campagna si declina sia online che offline: spot video, radio, stampa below-the-line tradizionale e web.
Lo spot video 30” spicca per la semplicità del setting: un lungo piano sequenza su un gruppo di fotografie in cornice, un angolo come ce n’è in tutte le case. Una di queste cornici è elettronica, dentro vi scorrono le foto salienti di una vita familiare: il fidanzamento, il matrimonio, l’attesa di una bambina … Ma proprio quando appare la bambina in questione, il dispositivo sembra andare in tilt, la foto si ripete sempre uguale, due volte, tre, quattro … “Quando nasce un bimbo con una Paralisi Cerebrale”, spiega il testo, “per la sua famiglia tutto si ferma. Ogni vita normale, ogni sogno futuro”. Da qui l’appello ad aiutare una Fondazione che da sempre si batte per migliorare la vita delle famiglie con bambini affetti da una malattia che solo nel nostro Paese colpisce 40mila bambini. Il film è stato realizzato dalla CdP Les Enfants, con la regia di Pierre Navoni; voce narrante dell’attore Lorenzo Scattorin.

Informazioni

Aragorn: 02 46546782
Fondazione Ariel: clicca qui

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *