Raccontarsi per bene fa bene

Raccontarsi per bene fa bene

Si stima che acquisire un nuovo cliente costi alle aziende dalle 5 alle 10 volte in più che mantenerne uno già acquisito, così è anche per le organizzazioni non profit e i donatori. In funzione della raccolta fondi è quindi fondamentale lavorare sul proprio patrimonio di relazioni. Ma in che modo e con quali strumenti?

Raccontarsi è la parola d’ordine e la newsletter è un ottimo mezzo sia per rafforzare e dare continuità alla relazione con i donatori attivi, sia per creare un rapporto con quanti abbiamo incontrato e ci hanno lasciato i propri contatti. L’obiettivo in entrambi i casi è essere presenti attraverso il racconto di attività, progetti e sfide, storie e persone.

Sia che si tratti di uno strumento di informazione cartaceo o elettronico ciò che conta non è scrivere ma farsi leggere per coinvolgere ed emozionare, per costruire prima e rafforzare poi le relazioni con i propri stakeholder. Per questo motivo è fondamentale scegliere con cura i contenuti e poi tradurli nella giusta forma in grado di catturare l’interesse e il cuore delle persone.

Aragorn offre questo servizio alle organizzazioni non profit grazie a un team di professionisti che conosce bene temi e necessità del mondo del sociale e sa come comunicarli al momento giusto.

È infatti in grado di curare la realizzazione del prodotto in ogni suo passo: dalla scelta dei temi alla raccolta delle informazioni, dalla scrittura alla selezione delle immagini, dall’impaginazione al “visto si stampi”.

Se pensate che anche per la raccolta fondi valga il principio che “i mercati sono conversazioni, prima si instaura una relazione, poi si inizia a vendere”, parliamone.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.