Fondazione Corti cura i più poveri in Uganda

Fondazione Corti cura i più poveri in Uganda

Campagna con numero solidale al 45522 a favore del Lacor Hospital

In Uganda quasi il 70% della popolazione vive in povertà e il tasso di mortalità infantile è altissimo: 90 bambini su 1.000 nati non arrivano ai 5 anni d’età a causa di malaria, polmonite, diarrea, malnutrizione.

Speranza di guarigione per migliaia di ugandesi è il St. Mary’s Hospital Lacor nel Nord Uganda, uno dei maggiori ospedali senza scopo di lucro dell’Africa Equatoriale. Grazie a 600 dipendenti ugandesi sono curate ogni anno 250mila persone, di cui l’80% sono donne e bambini, i più colpiti dalla povertà e dalle durissime condizioni di vita. Le tariffe non superano il 25% del costo della cura, e chi non è in grado di pagare è curato gratuitamente.

Per continuare a garantire cure e assistenza medica anche ai più bisognosi l’ospedale necessita di sostegno. Per contribuire, dal 13 al 19 novembre 2016, è possibile partecipare alla campagna di raccolta fondi con numero solidale 45522 promossa dalla Fondazione Corti, nata per volontà dei medici Piero e Lucille Corti. I fondi raccolti, in particolare, saranno destinati al rinnovo di 2 delle 6 sale operatorie presenti nell’ospedale.

La storia del St. Mary’s Hospital Lacor è tutt’uno con quella dei coniugi Piero Corti, pediatra brianzolo, e Lucille Teasdale, chirurgo pediatrico canadese, che in 50 anni di lavoro hanno diretto e sviluppato la struttura, trasformandola da piccolo ospedale al grandissimo presidio che è oggi.

Informazioni

Aragorn: 02 46546783
Fondazione Corti: clicca qui
Donazioni: dal 13 al 19 novembre 2016 si potranno donare 2 euro inviando un SMS al 45522 da cellulari personali TIM, Vodafone, WIND, 3 e CoopVoce. Il valore della donazione sarà di 2 o 5 euro per ogni chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb, TWT e Convergenze e di 5 euro per ciascuna chiamata da rete fissa Vodafone.
 

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.