Face to face con il FAI

Face to face con il FAI

Sviluppato un programma mirato di dialogo diretto per la raccolta di iscrizioni

Con la finalità di incontrare direttamente sul territorio le persone e offrire loro la possibilità di conoscere l’organizzazione e di sostenerne con regolarità i progetti, il FAI – Fondo Ambiente Italiano – ha incaricato Aragorn di sviluppare un programma mirato di face to face. È la prima volta che il FAI non si avvale di volontari per la raccolta di iscrizioni, ma di dialogatori e dialogatrici appositamente formati e attivi fuori dagli usuali luoghi e appuntamenti. Per questo, in cinque settimane, tra la fine di settembre e il mese di ottobre, si è avvalso della collaborazione di Aragorn che non solo ha curato la selezione, la formazione e la gestione dei dialogatori, ma anche la specifica comunicazione, realizzando tutti i materiali necessari all’allestimento e alla riconoscibilità di postazioni e operatori.
Terminato il test, il FAI sta valutando come proseguire il programma di face to face nell’ambito della pianificazione delle attività per l’acquisizione di iscrizioni e donazioni.

Informazioni

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.