Fino al 21 aprile 2018 – COOPI aiuta i piccoli guerrieri con l’arma dell’educazione

COOPI Aiuta un guerriero

Fino al 21 aprile 2018 – COOPI aiuta i piccoli guerrieri con l’arma dell’educazione

Campagna con numero solidale 45582 per l’istruzione dei bambini rifugiati in Iraq e Niger

Nel mondo sono 3 milioni e mezzo i bambini rifugiati e sfollati tra i 5 e i 17 anni che lo scorso anno non hanno potuto frequentare la scuola (dati UNHCR).

In contesti di conflitto e violenza, infatti, l’accesso all’istruzione viene meno per intere generazioni di minori, che in assenza di un normale percorso educativo sono facili prede della criminalità organizzata e dei gruppi armati. Per garantire a bambini rifugiati e sfollati questo diritto fondamentale, COOPI – Cooperazione Internazionale realizza interventi di educazione in emergenza in diverse aree del mondo colpite da guerre e altre emergenze. Fino al 21 aprile 2018 è possibile contribuire grazie alla campagna di raccolta fondi “Aiuta un guerriero” con numero solidale 45582.

Con i fondi raccolti, in particolare, COOPI offrirà accesso all’istruzione a 1.200 bambini in Iraq, molti dei quali non hanno mai potuto frequentare una scuola vera a causa del conflitto armato iniziato nel 2013, e a 3.000 bambini che in Niger vivono in accampamenti temporanei, dopo essere fuggiti dalla violenza del gruppo terroristico di Boko Haram. COOPI allestirà in tendoni e container aule dotate di tutti gli arredi necessari, fornendo libri e materiale didattico e formando il personale scolastico; realizzerà inoltre latrine, cisterne a altri dispositivi igienici per ridurre il rischio di malattie ed epidemie.

Informazioni

Aragorn: 02 46546742
COOPIclicca qui
Aiuta un guerrieroclicca qui
Donazioni: fino al 21 aprile 2018 si possono donare 2 euro per ciascun SMS inviato al numero solidale 45582 da cellulare personale Wind Tre, Tim, Vodafone, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali. Il valore della donazione è di 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TWT, Convergenze e PosteMobile e di 5 o 10 euro per ciascuna chiamata da rete fissa Tim, Wind Tre, Fastweb, Vodafone e Tiscali.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.