I bambini sono “Tutti Uguali” con Dokita Onlus

I bambini sono “Tutti Uguali” con Dokita Onlus

Fino al 28 gennaio numero solidale 45519 a favore dei piccoli disabili del Camerun

In Africa essere disabili significa quasi sempre essere costretti a vivere in stato di abbandono ed emarginazione sociale: le strutture sanitarie adatte all’assistenza di ragazzi con bisogni speciali sono poche e molto costose e spesso sono le famiglie stesse ad allontanare i bambini disabili, percepiti come una “maledizione dal cielo”.

Uno dei Paesi africani con la maggiore incidenza di disabilità tra i più piccoli è il Camerun, dove molti bambini rimangono vittima di disfunzioni mentali o motorie in seguito a malattie come polio, malaria, lebbra, morbillo, aggravate dalla malnutrizione.

Dokita Onlus, attiva in questa parte del mondo dal 1970, negli anni ha dato vita a diversi centri specializzati in cure mediche e terapie riabilitative per persone con disabilità. Tra questi il Foyer de l’Esperance, a Sangmelima, dove ogni anno trovano conforto e calore umano oltre 6.000 bambini e ragazzi disabili. Per continuare a portare avanti il prezioso lavoro del centro, l’organizzazione ha dato il via alla campagna “Tutti Uguali” attiva fino al 28 gennaio, attraverso cui sarà possibile donare 2, 5 o 10 euro inviando un SMS o chiamando da rete fissa il numero solidale 45519. I fondi raccolti serviranno per acquistare apparecchiature per la fisioterapia e il confezionamento delle protesi, per realizzare progetti di supporto scolastico e integrazione sociale. L’obiettivo è permettere a questi bambini di essere davvero uguali agli altri.

Informazioni

Aragorn: 02 46546783
Dokita Onlus: clicca qui
Donazioni: fino al 28 gennaio 2017 si potranno donare 2 euro con un SMS inviato al numero solidale 45519 da cellulari personali TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile e Tiscali, e 5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone, TWT e Convergenze. Si potranno donare invece 5 o 10 euro chiamando lo stesso numero da rete fissa TIM, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.