Ottobre 2020 – Un lascito a Cuore Fratello per i bambini malati di cuore dei Paesi più poveri

lasciti cuore fratello

Ottobre 2020 – Un lascito a Cuore Fratello per i bambini malati di cuore dei Paesi più poveri

Nuova campagna per promuovere testamenti solidali a supporto delle attività dell’associazione

Nel mondo 8 bambini su 1.000 nascono con una cardiopatia congenita: per sopravvivere necessitano di un intervento chirurgico e di cure adeguate nei primi anni di vita. Questo non sempre è possibile per quelli che vivono nelle aree più povere del mondo, a causa delle difficoltà di accesso a un’adeguata assistenza sanitaria e dell’impossibilità per molte famiglie di coprire i costi delle cure mediche.

Per aiutare questi bambini non serve un miracolo, basta un gesto concreto come un testamento solidale in favore di Cuore Fratello onlus. È questo il messaggio della nuova campagna lasciti dell’associazione, che dal 2002 si impegna concretamente per garantire il diritto alla salute dei più deboli e specialmente dei bambini, con particolare attenzione a quelli malati di cuore che vivono nei Paesi in via di sviluppo.

Scegliendo di lasciare in eredità tutti o parte dei propri averi a Cuore Fratello si contribuirà quindi a migliorare l’accesso alle cure in aree del mondo dove la carenza sanitaria rappresenta una grave piaga sociale. Si permetterà inoltre a tanti bambini che non possono essere operati nei loro paesi di origine di essere curati in Italia, al Policlinico San Donato di San Donato Milanese.

La creatività della campagna è stata realizzata da Aragorn, che si è occupata anche della sua declinazione sui principali materiali di promozione. Ha inoltre definito la strategia e curato la pianificazione delle attività promozionali rivolte ai target interni ed esterni, come la pagina dedicata sul sito, il piano editoriale sui canali social, la newsletter per i donatori, gli incontri di presentazione per soci e volontari e l’invio dei materiali ai notai.

Informazioni

Cuore Fratello onlus: clicca qui

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *