Prove Aperte

Seguite da un pubblico sempre più fedele che negli anni ne ha decretato il successo, le Prove Aperte hanno dato il via il 15 ottobre scorso alla loro ottava stagione con la prova inaugurale, aperta alla città, diretta dal Maestro Christoph Eschenbach. Grazie all’impegno di UniCredit e UniCredit Foundation e alla generosità della Filarmonica della Scala, questo progetto rappresenta un importante sostegno al mondo del non profit milanese e garantisce a tutti gli appassionati maggiori possibilità di accesso alla musica: le prove di cinque concerti sono aperte al pubblico e il ricavato è interamente devoluto a quattro organizzazioni non profit altamente qualificate e radicate nel territorio milanese.

L’ambito di intervento di quest’anno riguarda i giovani delle nostre periferie: le quattro organizzazioni beneficiarie delle Prove Aperte, infatti, sono impegnate in progetti destinati a contrastare la dispersione scolastica, promuovere percorsi di orientamento formativo e avvio al lavoro, supportare scuola e famiglia ove vi sia del disagio.

Oltre a rappresentare un’importante occasione di solidarietà sostenendo progetti concreti a favore del non profit ambrosiano e a garantire l’accesso al Teatro alla Scala a prezzi contenuti, le Prove Aperte costituiscono un’esperienza unica dal punto di vista musicale, in quanto offrono la possibilità di assistere in anteprima alla messa a punto di un grande concerto.

Inoltre, come di consueto, le Prove saranno introdotte da una breve guida all’ascolto tenuta dal direttore d’orchestra e da un critico musicale che aiuterà ad apprezzare i contenuti musicali proposti.

 

Dal 12 ottobre il pubblico ha la possibilità di acquistare il carnet che comprende l’intero ciclo. L’iniziativa gode del Patrocinio di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano e Comune di Milano ed è resa possibile anche grazie alla collaborazione del Teatro alla Scala e dei media partner ViviMilano e Radio Popolare.

Informazioni

Prevendita telefonica: 02 465467467 | lunedì-venerdì | orari 10.00-13.00 / 14.00-17.00
Prezzo carnet: da 20 a 140 euro – esclusi diritti di prevendita
Programma: clicca qui
Pianta di platea e galleria: clicca qui
Pianta dei palchi: clicca qui
Ulteriori informazioni: biglietteria@aragorn.it


Calendario 2017

Domenica 8 gennaio 2017 ore 19.30

Primo appuntamento dell’ottava edizione delle Prove Aperte, sostiene il “Progetto Scuola Bottega” dell’associazione La Strada Onlus per combattere la dispersione scolastica.

Andrés Orozco-Estrada direttore
Patricia Kopatchinskaja violino

Kodály Danze di Galánta
Ligeti Concerto per violino
Dvořàk Sinfonia n. 9 Dal Nuovo Mondo

Andrés Orozco-Estrada

Nato in Colombia nel 1977 e formatosi alla rinomata Accademia Musicale di Vienna, è Direttore Musicale della Houston Symphony, Chief Conductor della Frankfurt Radio Symphony Orchestra, Direttore Principale Ospite della London Philharmonic Orchestra. Imposto all’attenzione internazionale nel 2004 per un concerto con la Tonkünstler Orchestra al Musikverein, collabora da quel momento con le principali orchestre del mondo tra le quali Vienna Philharmonic, Munich Philharmonic, Leipzig Gewandhaus Orchester, Mahler Chamber Orchestra, Orchestra di Santa Cecilia, Orchestre National de France, Cleveland Orchestra e Israel Philharmonic. Il prossimo aprile debutterà con i Berliner Philharmoniker.

Patricia Kopatchinskaja

Di origine moldava, Patricia Kopatchinskaja è nata in una famiglia di musicisti e ha iniziato a suonare il violino a sei anni. Nel 1989 si trasferisce prima a Vienna, dove studia all’Università per la musica e poi alla Musikhochschule di Berna. Si esibisce in Europa, Giappone, Cina, Stati Uniti e Brasile con orchestre e direttori di fama e svolge attività cameristica, oltre a partecipare regolarmente a vari festival musicali. Esegue un repertorio diversificato dal barocco al contemporaneo. È solita esibirsi a piedi nudi e suona, a seconda delle occasioni, un violino Giovanni Francesco Pressenda del 1834 e un Ferdinando Gagliano del 1780 circa.

LA STRADA

La Strada è un’organizzazione non profit nata nel 1981 nella periferia sud-est di Milano, per rispondere ai bisogni di persone in difficoltà. Negli anni è cresciuta mantenendo un forte radicamento territoriale nel quartiere Corvetto e in zona 4. Organizza, struttura e gestisce servizi e progetti di accoglienza, cura e formazione per minori e adulti, in particolare per adolescenti a rischio, minori vittime di maltrattamenti e abusi, madri sole con bambini, anziani e malati di AIDS.

Progetto “Scuola Bottega”
I fondi raccolti con la Prova Aperta finanzieranno Scuola Bottega, un progetto giunto alla sua 12^ edizione destinato a ragazzi che provengono da situazioni di disagio e a forte rischio dispersione scolastica, finalizzato al conseguimento della licenza media.
Il percorso, che coinvolge due classi suddivise per fasce di età, prevede l’alternanza di lezioni, laboratori manuali, sport e avviamento al lavoro con tirocinio formativo. L’obiettivo è di consentire ai ragazzi di ritrovare fiducia nelle proprie capacità e riprendere gli studi o orientarsi al lavoro con consapevolezza.

Ciascuno studente ha un Progetto Educativo condiviso e sottoscritto da 4 soggetti: la scuola inviante, il ragazzo, la famiglia e La Strada. Viene seguito inoltre da un uno staff multidisciplinare (docenti, educatori, tecnici) con un tutoraggio ad hoc. A seguito di un processo di orientamento individuale, infine, i ragazzi più grandi svolgono un tirocinio formativo curriculare presso aziende e artigiani. Per tanti ragazzi che hanno perso la fiducia in se stessi, senza figure adulte in grado di sostenerli, poter contare sulla presenza di persone in grado di trasmettere la bellezza dell’apprendimento è la chiave di volta. E con l’esperienza “di bottega” non s’impara soltanto un lavoro, ma si recuperano autostima e voglia di mettersi in gioco, riducendo il rischio di emarginazione e di coinvolgimento in episodi di criminalità o devianza.


Domenica 19 febbraio 2017 ore 19.30

Beneficiario di questo secondo appuntamento con la grande musica e la solidarietà è il progetto “CicloContinuo” dell’associazione La Lanterna Onlus.

Fabio Luisi direttore
Alessandro Taverna pianoforte

R. Strauss Don Juan
Listz Concerto n. 2 per pianoforte e orchestra
R. Strauss Ein Heldenleben

Fabio Luisi

Direttore Principale del Metropolitan di New York dal 2011 e Direttore Musicale dell’Opera di Zurigo dal 2012, dal 2017 sarà Direttore Principale dell’Orchestra Sinfonica Nazionale Danese. Direttore Musicale del Pacific Music Festival di Sapporo, Giappone, dal 2010. Fabio Luisi è inoltre Vincitore di un Grammy e di un Echo Klassik Award. Accanto agli impegni stabili, Luisi mantiene un fitto calendario di presenze con teatri e orchestre e realizza un’intensa produzione discografica.

Dirige regolarmente la Filarmonica della Scala in stagione e in tournée con la quale ha anche inciso un DVD per la collana 900 italiano (Sony Classical).

Alessandro Taverna

Si diploma alla Fondazione Musicale Santa Cecilia di Portogruaro con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore. Con l’esibizione al Concorso Pianistico di Leeds, inizia la sua carriera che incontra i favori della critica internazionale e lo porta a esibirsi in tutto il mondo nelle più importanti sale e stagioni musicali. Appare come solista insieme a prestigiose orchestre quali Royal Philharmonic Orchestra e Münchner Philharmoniker. Nel 2015 debutta con la Filarmonica della Scala diretto da Daniel Harding. Ha ricevuto dal Presidente della Repubblica il Premio Sinopoli. Incide per l’etichetta inglese Somm Recordings.

La Lanterna Onlus

La Lanterna è una associazione di volontariato e di solidarietà familiare attiva dal 1993 in zona 9 e sul territorio di Affori nell’ambito del sostegno educativo ai minori. Il lavoro de La Lanterna è orientato alla realizzazione di iniziative socio-educative e culturali a favore dei minori e delle loro famiglie. Nel corso degli anni l’associazione ha dato vita a interventi educativi sul territorio e negli Istituti Scolastici di pertinenza, perseguendo fondamentalmente tre obiettivi principali: la promozione della crescita individuale dei ragazzi; la prevenzione dell’abbandono scolastico e l’orientamento scolastico e lavorativo; la promozione del volontariato e della cittadinanza attiva tra i giovani.

Il progetto “CicloContinuo”  
I fondi raccolti con la Prova Aperta finanzieranno CicloContinuo, un progetto per ragazzi adolescenti, giovani e disoccupati finalizzato all’incremento delle employability skills (competenze trasversali) e alla comprensione delle dinamiche lavorative, che permetta loro di mettersi in gioco e diventare protagonisti di un’esperienza di successo radicata nel territorio. Il percorso prevede la creazione di una ciclofficina attrezzata per la costruzione e riparazione di biciclette attraverso diverse fasi operative atte a coinvolgere quanti più ragazzi possibili e contrastare la dispersione scolastica. In un primo momento si procederà alla creazione della ciclofficina attrezzata vera e propria che offrirà agli utenti aiuto nelle riparazioni in cambio di una libera donazione. La seconda fase implementerà il servizio aggiungendo l’opzione di bike on demand, che consiste nella progettazione e realizzazione di biciclette su misura in base alle richieste dei clienti. La terza fase sarà incentrata sulla diffusione della ciclofficina in due scuole superiori e due istituti comprensivi statali. Il progetto comprenderà infine un ciclo di conferenze finalizzate a condividere lo svolgimento del percorso e a sensibilizzare sui temi dell’eco-compatibilità e della mobilità sostenibile.


Domenica 5 marzo 2017 ore 19.30

Amici di Edoardo Onlus è la beneficiaria di questa terza Prova Aperta, il cui ricavato andrà a sostegno del progetto “Quattro Vie – Arti e Mestieri” per l’inserimento lavorativo dei giovani.

Riccardo Chailly direttore
Maurizio Pollini pianoforte

Beethoven Concerto n. 5 per pianoforte e orchestra Imperatore
Beethoven Sinfonia n. 7

Riccardo Chailly

Nato a Milano nel 1953, debutta a Chicago nel 1974 e alla Scala nel 1978. Dirige le principali orchestre internazionali ed è ospite regolare dei Berliner e dei Wiener Philharmoniker oltre che dei Festival di Salisburgo e Lucerna. E’ stato Direttore Principale del Concertgebouw di Amsterdam e del Gewandhaus di Lipsia. È Direttore Musicale del Teatro alla Scala, della Filarmonica della Scala e dell’Orchestra del Festival di Lucerna. Membro onorario della Royal Academy of Music di Londra e Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana. Chailly è artista esclusivo Decca, con cui ha inciso oltre cento registrazioni, due delle quali in uscita con la Filarmonica della Scala.

Maurizio Pollini

Nato a Milano nel 1942, protagonista da oltre quarant’anni in tutti i maggiori centri musicali del mondo, Pollini ha suonato con i più celebri direttori e le più note orchestre. Il suo repertorio spazia da Bach ai contemporanei e la discografia include le grandi pagine del periodo classico-romantico e opere di Schoenberg, Berg, Webern, Nono, Manzoni, Boulez, Stockhausen.  L’intensa attività discografica è ampiamente riconosciuta: dal Premio Imperiale a Tokyo al Royal Philharmonic Society Award. Nel 2013 l’Università Complutense di Madrid gli ha conferito la Laurea Honoris Causa.

Associazione Amici di Edoardo Onlus

Nasce a Milano nel 1996 al fine di realizzare un centro di aggregazione dove i giovani possano incontrarsi e coltivare le proprie passioni. Con questo spirito l’Associazione Amici di Edoardo Onlus, insieme a Comunità Nuova di Don Gino Rigoldi, apre nel 1997 il Centro Barrio’s, situato alla Barona, in zona 6, periferia dove spesso giovani e bambini vivono situazioni di solitudine e disagio. Con più di 400 iniziative educative, formative e culturali all’anno presso i suoi spazi e circa 60.000 presenze annue registrate, soprattutto tra i giovani, il Barrio’s è ritenuto fra i migliori centri europei sia per la riqualificazione del territorio che per l’aggregazione giovanile.

Il progetto “Quattro Vie – Arti e Mestieri”  
Allo scopo di fronteggiare le difficoltà dei ragazzi nell’inserirsi nel mondo del lavoro, l’Associazione ha dato vita nel 2013 al Progetto “Quattro Vie” che intende offrire soluzioni integrate di formazione e lavoro a giovani provenienti da percorsi diversi, in un’ottica di qualificazione professionale. Il progetto si articola in 4 moduli: Educativa di Strada, Arti e Mestieri, Startimpresa e Quarta Via.
I fondi raccolti con la Prova Aperta saranno destinati a finanziare il modulo denominato Arti e Mestieri che consiste nella realizzazione durante l’anno 2017 di 7 laboratori artigianali gratuiti quali manutenzione edile, sartoria, tecnica del suono, autofficina, barman, nail art, commesso vetrinista, già sperimentati in passato con successo. I laboratori saranno guidati da “tutor senior” artigiani, affiancati da volontari, che operano nei settori sopra indicati. Il progetto prevede che i due ragazzi più meritevoli di ogni unità formativa beneficino di una borsa lavoro di 500€ al mese, per ognuno, della durata di sei mesi, prorogabile a un anno, e che tutti i partecipanti possano usufruire gratuitamente di un corso di informatica di base e di inglese.


Domenica 21 maggio 2017 ore 19.30

L’ultimo appuntamento della stagione 2017 sostiene Azione Solidale Onlus e il suo progetto “Community Center Olmi” per valorizzare la creatività giovanile.

Myung-Whun Chung direttore
Mario Brunello violoncello

Dvořàk Concerto per violoncello e orchestra op.104
Beethoven Sinfonia n. 5

Myung-Whun Chung

Debutta a 7 anni al pianoforte con la Seoul Philharmonic. Nel 1979 diventa Assistente di Giulini alla Los Angeles Philharmonic. Ha diretto le principali orchestre nelle più importanti sale da concerto. È stato Direttore Principale dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia e dell’Orchestre Philharmonique de Radio France. È legato da un profondo rapporto di collaborazione con il Teatro La Fenice e con la Filarmonica della Scala. È Direttore Ospite Principale della Staatskapelle Dresden, Music Advisor della Tokyo Philharmonic e Direttore Musicale della Seoul Philharmonic nonchè Ambasciatore Onorario per la Cultura per la Corea. Incide per Deutsche Grammophon.

Mario Brunello

Vincitore del Concorso Čaikovskij di Mosca, Brunello lavora con Gergiev, Muti, Chailly, Ozawa, Temirkanov, Abbado e in ambito cameristico con Kremer, Bashmet, Pollini. Collabora anche con Paolo Fresu, Uri Caine, Marco Paolini, Gianmaria Testa, Moni Ovadia e Vinicio Capossela, per promuovere una più ampia visione della musica. La discografia include il Triplo Concerto di Beethoven per Deutsche Grammophon e Brunello Series per Egea Records. E’ direttore musicale della rassegna Arte Sella in Trentino, del Festival del Quartetto di Reggio Emilia e direttore artistico del Premio Borciani. Accademico di Santa Cecilia, suona un Maggini del 1600.

Azione Solidale Onlus

Dal 1993 Azione Solidale gestisce e progetta servizi a favore di giovani, disabili e famiglie tramite 3 Centri di Aggregazione giovanile (CAG) e un Centro Diurno per minori collocati nelle periferie ovest di Milano (zone 6 e 7) dove sono presenti condizioni di vita disagiate economicamente, socialmente e culturalmente. I centri svolgono un presidio territoriale e sociale sul tema della dispersione scolastica, dell’inclusione sociale, dell’aggregazione e della cittadinanza attiva per circa 400 giovani. Per garantire interventi efficaci i centri lavorano anche in sinergia con la rete territoriale e con le figure educative di riferimento: genitori, scuole e altre realtà presenti sul territorio.

Il progetto “Community Media Center Olmi”
Il progetto afferisce alla zona Olmi, Baggio e Muggiano, dove ha sede il CAG Olmi all’interno del quale è stato realizzato un Media Center. Qui è attiva “Shareradio”, una web radio con laboratori multimediali che ha ricevuto in questi anni una risposta entusiastica da parte dei giovani, che, da volontari, partecipano alla costruzione del palinsesto. L’obiettivo del progetto è di promuovere processi di valorizzazione della creatività e del protagonismo giovanile, con particolare attenzione alle categorie e ai contesti svantaggiati offrendo spazi, attrezzatura e consulenza alla progettazione, produzione, diffusione di materiali multimediali realizzati dai giovani.
I fondi raccolti con la Prova Aperta renderanno possibile potenziare il Community Media Center Olmi e inaugurare la nuova sala prove e d’incisione gestita dai giovani stessi con postazioni multimediali per il montaggio e l’editing audio/video.
Il Media Center non solo sarà un’opportunità di aggregazione, ma aprirà percorsi di reale formazione e avvicinamento al mondo del lavoro in questo settore anche attraverso borse lavoro per i partecipanti.
Il Community Media Center è un modello progettuale largamente diffuso in diverse città d’Europa (Münster, Marsiglia e Madrid) che permette la promozione di processi di peer education, dove i ragazzi stessi diventano portatori di esperienza e condividono il proprio sapere con i loro pari.