Prove Aperte 2018

Giunte alla nona edizione, le Prove Aperte sono ormai divenute una vera e propria stagione indipendente che, con cinque appuntamenti annuali, il primo interamente gratuito e aperto alla città, permette al pubblico di assistere alle prove di alcuni concerti di stagione Filarmonica a prezzi contenuti e allo stesso tempo di essere parte di un importante progetto di solidarietà a favore del non profit milanese.
L’iniziativa, realizzata dalla Filarmonica della Scala in collaborazione con il Comune di Milano, il Main Partner UniCredit e con il sostegno di UniCredit Foundation, gode del Patrocinio di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano e Comune di Milano.
L’ambito di intervento delle associazioni coinvolte nell’edizione 2018 sostiene progetti legati al benessere e la qualità della vita nella terza età. Le quattro realtà beneficiarie delle Prove Aperte – Società Umanitaria, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Cooperativa Sociale Eureka!, Società di San Vincenzo De Paoli – sono, infatti, organizzazioni del territorio che affrontano aspetti diversi dell’invecchiamento. Lavorando su progetti che rispondono a diverse fragilità, operano per arricchire e migliorare questa delicata fase della vita: dalla cura della salute e dei crescenti bisogni di assistenza alla gestione del tempo libero, dal contrasto alla solitudine al supporto nelle difficoltà economiche.

Inoltre, come di consueto, le Prove saranno introdotte da una breve guida all’ascolto che aiuterà ad apprezzare i contenuti musicali proposti.

 

Dal 5 ottobre il pubblico ha la possibilità di acquistare il carnet che comprende l’intero ciclo. L’iniziativa gode del Patrocinio di Regione Lombardia, Città Metropolitana di Milano e Comune di Milano ed è resa possibile anche grazie alla collaborazione del Teatro alla Scala e dei media partner ViviMilano e Radio Popolare.

Informazioni

Prevendita telefonica: 02 465467467 | lunedì-venerdì | orari 10.00-13.00 / 14.00-17.00
Prezzo carnet: da 20 a 140 euro – esclusi diritti di prevendita
Programma: clicca qui
Pianta di platea e galleria: clicca qui
Pianta dei palchi: clicca qui
Ulteriori informazioni: biglietteria@aragorn.it


Calendario 2018

Domenica 21 gennaio 2018 ore 19.30

Primo appuntamento della nona edizione delle Prove Aperte, sostiene il progetto “Contrastare la solitudine” della Società Umanitaria

Riccardo Chailly , direttore
Benjamin Grosvenor, pianoforte

Šostakovič Suite da Lady Macbeth op. 29/A

Grieg Concerto per pianoforte in la minore, op. 16

Čajkovskij Sinfonia n. 4 in fa minore, op. 36

Riccardo Chailly

Nato a Milano nel 1953, debutta a Chicago nel 1974 e alla Scala nel 1978. Dirige le principali orchestre internazionali ed è ospite regolare dei Berliner e dei Wiener Philharmoniker oltre che dei Festival di Salisburgo e Lucerna. È stato Direttore Principale del Concertgebouw di Amsterdam e del Gewandhaus di Lipsia. È Direttore Musicale del Teatro alla Scala, della Filarmonica della Scala e dell’Orchestra del Festival di Lucerna. Membro onorario della Royal Academy of Music di Londra e Cavaliere di Gran Croce della Repubblica Italiana. Chailly è artista esclusivo Decca, con cui ha inciso oltre cento registrazioni, due delle quali in uscita con la Filarmonica della Scala.

Benjamin Grosvenor

Nato in Gran Bretagna nel 1992, a undici anni è stato il più giovane vincitore di sempre dei BBC Young Musician of the Year. Si è esibito con le maggiori orchestre europee tra cui London Philarmonic, orchestra RAI di Torino, Philharmonia Orchestra, Leipzig Gewandhausorchester. Il suo suono, descritto come poetico e gentilmente ironico, lo rende uno dei più promettenti pianisti nel mondo. Ha ricevuto il premio Young Artist of the Year e Instrumental Award. Nel 2011 ha firmato con la Decca Classics diventando il più giovane britannico a stipulare un accordo con la casa di produzione negli ultimi 60 anni.

Società Umanitaria

si è fatta conoscere per le sue battaglie sociali, a fianco dei più deboli, coniugando istruzione e lavoro, progresso e formazione, emancipazione e cultura. I progetti promossi dalla Società Umanitaria sono volti a rispondere a problematiche strettamente connesse alle istanze della società contemporanea.

Progetto “Contrastare la Solitudine”

I fondi raccolti con la Prova Aperta saranno impegnati per raggiungere questo obiettivo rendendo possibile agli anziani soli l’accesso a titolo gratuito ad alcuni concerti della XXXIII Stagione Musicale dell’Ente, così da offrire un’occasione per passare una domenica pomeriggio insieme nella splendida cornice del Salone degli Affreschi e nei chiostri quattrocenteschi dell’Umanitaria, nel segno della cultura e della socializzazione. Vi sono poi giorni dell’anno in cui la solitudine diventa particolarmente dolorosa, come le festività. Una parte di fondi sarà destinata al Progetto Natale Insieme che contribuirà ad offrire, nel giorno di Natale, un pranzo a più di 200 anziani milanesi che altrimenti trascorrerebbero la festività più sentita dell’anno in completa solitudine. Saranno inoltre consegnati a domicilio una cinquantina di pasti a quelle persone che si trovano in condizioni di non potersi muovere da casa.


Domenica 4 febbraio 2018 ore 19.30

Beneficiario di questo secondo appuntamento con la grande musica e la solidarietà è il progetto “Teleassistenza nel malato anziano affetto da patologia cronica respiratoria” della Fondazione IRCSS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico.

 

Myung-Whun Chung direttore
Leonidas Kavakos violino

 

Brahms, Concerto per violino op. 77

Brahms, Sinfonia n.2 op. 73

Myung-Whun Chung

Debutta a 7 anni al pianoforte con la Seoul Philharmonic e a 21 anni vince il prestigioso Premio Čajkovskij. Nel 1979 diventa Assistente di Giulini alla Los Angeles Philharmonic. Ha diretto le principali orchestre internazionali nelle più importanti sale da concerto. Nel 1995 fonda la Asia Philharmonic. È stato Direttore Principale dell’Orchestra dell’Accademia di Santa Cecilia e dell’Orchestre Philharmonique de Radio France. Insignito della Légion d’Honneur francese, in Italia ha vinto il Premio Toscanini e il Premio Abbiati. Dal 2016 è Direttore Onorario della Tokyo Philharmonic. Incide per Deutsche Grammophon.

Leonidas Kavakos

Nato ad Atene nel 1967 da una famiglia di musicisti, sin da piccolo studia con passione il violino e consegue il diploma nel conservatorio della sua città natale sotto la guida di Stelios Tafanarsi a 21 anni, quando si aggiudica la vittoria sia nel concorso della Fondazione Walter W. Naumburg sia al Premio Paganini. Grazie a questi traguardi che gli conferiscono il riconoscimento di genio virtuosistico, Kavakos inizia negli anni Novanta una sensazionale carriera come violino solista nelle più importanti orchestre del mondo Ha inciso per Delos, Finlandia Records, Chandos e Sony Music. 

Fondazione IRCSS Cà Granda Ospedale Maggiore Policlinico

Il Policlinico di Milano è un ospedale di riferimento per tutte le fasi della vita, dai mesi che precedono il concepimento fino all’età più avanzata. Oggi è il primo Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) pubblico d’Italia per qualità e produttività scientifica. È da sempre Polo universitario di riferimento per la formazione di medici e professionisti nel campo della sanità.

Progetto “teleassistenza nel malato anziano affetto da patologia cronica respiratoria”

il paziente anziano fragile deve essere inserito in un sistema di gestione che si basa su funzioni indispensabili di care e di case management, consensuale con la famiglia e mediato da accordi con il Medico di Medicina Generale. E’ importante che i pazienti possano usufruire, direttamente dalla propria abitazione, di una serie di servizi dedicati e di immediata attivazione, come visite domiciliari sia infermieristiche che mediche, la possibilità di usufruire di servizi di monitoraggio e terapia a distanza.


Domenica 25 marzo 2018 ore 19.30

Eureka! è la beneficiaria di questa terza Prova Aperta, il cui ricavato andrà a sostegno dei progetti “Adotta un nonno” e “Digital Trivulzio”.

Yuri Temirkanov direttore
Seong-Jin Cho pianoforte

 

Rachmaninov, Concerto per pianoforte n.3 op.30

Čajkovskij, Sinfonia n.5 op. 64

Yuri Temirkanov

Si diploma al conservatorio di Leningrado nel 1965. Nel 1968 debutta da direttore con la Filarmonica di Leningrado ruolo che mantiene fino al 1976, quando viene nominato direttore musicale dell’opera e balletto di Kirov. È il primo artista russo al quale è stato permesso di esibirsi negli Stati Uniti dopo la ripresa delle relazioni culturali con l’Unione Sovietica e ha diretto le maggiori orchestre del mondo. Nel 2003 Vladimir Putin gli ha conferito la Medaglia del Presidente. Inoltre è accademico Onorario di Santa Cecilia e nel 2012 è stato insignito dell’Ordine della Stella d’Italia nel grado di Commendatore dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Seong-Jin Cho

Nasce a Seoul nel 1994. Con il suo sconfinato talento e la sua naturale musicalità, viene considerato uno degli artisti più interessanti della sua generazione. Ha conseguito il diploma alla Yewon School e alla Seoul Arts High School. Le sue performance sono caratterizzate da momenti di riflessione intensa che porta l’ascoltatore ad un profondo livello di emozione. Nel 2008 vince il Premio Copin, uno dei più ambiti per i giovani pianisti, e l’anno seguente si aggiudica il primo premio all’Hamamatsu International Piano Competition in Giappone. Nel febbraio 2016 Cho ha firmato un accordo in esclusiva con la Deutsche Grammophon.

Cooperativa Sociale Eureka!

Eureka! si distingue per la realizzazione di servizi mirati a prevenire il disagio, favorire il benessere e conciliare tempi e necessità della vita personale e lavorativa delle famiglie. Negli ultimi anni ha ampliato la gamma dei servizi offerti alla collettività e si è specializzata nel campo dell’assistenza familiare e domiciliare degli anziani.

Progetto “Adotta un nonno”

mira ad aiutare e sostenere al loro domicilio cittadini milanesi anziani in condizioni di fragilità e solitudine che non possono fruire di forme gratuite di assistenza pubblica. Lo scopo è selezionare gli anziani da assistere, valutare le modalità personalizzate più idonee, e inviare a domicilio i loro assistenti familiari più bravi e sensibili. L’assistente familiare diventerà per l’anziano un vero e proprio tutor familiare.

Progetto “Digital Trivulzio”

prevede l’attivazione di corsi di formazione o perfezionamento nell’uso del Personal computer, e la diponibilità di computer dove esercitarsi autonomamente: una palestra informatica che diviene luogo d’incontro e di scambio. In ogni luogo del Pio Albergo Trivulzio sarà possibile collegarsi alla rete per restare vicini ai propri cari, partecipare ad attività ricreative e tante altre possibilità.


Domenica 20 maggio 2018 ore 19.30

L’ultimo appuntamento della stagione 2018 sostiene Società San Vincenzo De Paoli e il suo progetto “Sostegno alle prime necessità” per fornire sostegno morale ed economico alle persone in stato di necessità.

Daniel Harding direttore
Daniil Trifonov pianoforte

Prokof’ev, Concerto per pianoforte n. 3 in do magg. op. 26

Beethoven, Sinfonia n. 3 op. 55 Eroica

Daniel Harding

Nato a Oxford nel 1975, debutta con la City of Birmingham Symphony Orchestra nel 1994. In seguito è stato assistente di Claudio Abbado con i Berliner Philharmoniker, orchestra con cui ha debuttato al Festival di Berlino nel 1996. È Direttore Ospite Principale della London Symphony Orchestra, Direttore Musicale della Sveriges Radio Orchester e Music Partner della New Japan Philharmonic. È stato ospite delle maggiori orchestre europee nonché direttore di orchestre degli Stati Uniti. Il primo disco pubblicato per Deutsche Grammophon ha ottenuto il plauso unanime della critica. Nel 2002 è stato insignito dal governo francese del titolo di Chevalier de l’Ordre des Arts et des Lettres.

Daniil Trifonov

Nato in Russia nel 1991, dal 2000 al 2009 studia alla Scuola musicale Gnessin di Mosca nella classe di Tatiana Zelikman. In molti sono colpiti dal suo talento straordinario, capace di tanti suoni diversi, di incredibili sfumature, e con una tecnica straordinaria. Nel 2010 si classifica terzo al Premio Chopin e nel 2011 arriva primo al Concorso Arthur Rubinstein di Tel Aviv vincendo il premio come migliore esecuzione di un brano di Chopin. Nel 2011 pubblica il primo album con Decca che contiene un intero recital dedicato a Chopin, e negli anni successivi pubblica altri tre album per Deutsche Grammophon che spaziano da Čajkovsky a Chopin e Liszt.

Società San Vincenzo De Paoli

sostiene le persone in difficoltà con aiuti materiali e condivide, attraverso il rapporto personale, le loro preoccupazioni in amicizia e rispetto. La specificità dell’associazione è la visita a domicilio di quanti necessitano del suo aiuto, per avere una visione globale dei loro problemi. La San Vincenzo è ben nota a tutti i milanesi per la Fiera Benefica di raccolta fondi che allestisce ogni anno nel periodo natalizio.

Progetto “Sostegno alle prime necessità”

fornire sostegno morale ed economico alle persone in stato di necessità mediante un rapporto personale diretto: l’Associazione impiegherà i fondi raccolti con la Prova Aperta per offrire un supporto annuale a 5 famiglie composte da persone anziane (over 65) per contribuire alla copertura delle spese di affitto e delle utenze domestiche, alla sostenibilità di visite mediche specialistiche e all’acquisto di medicinali e presidi medico sanitari ovvero a colmare il divario economico tra le loro scarse possibilità e le voci che consideriamo di prima necessità per una qualità della vita dignitosa in ogni sua fase.