Fino al 21 dicembre 2014 – Un sms per combattere il bullismo

Fino al 21 dicembre 2014 – Un sms per combattere il bullismo

Telefono Azzurro raccoglie fondi per sostenere la linea di ascolto gratuita 1.96.96

È attiva fino al 21 dicembre la campagna con SMS solidale contro il bullismo e il cyberbullismo promossa da Telefono Azzurro Onlus. Inviando un SMS al 45596 o chiamando lo stesso numero da rete fissa si può contribuire a sostenere la linea di ascolto gratuita 1.96.96 – che offre 24 ore su 24 assistenza ai ragazzi vittima di bullismo ma anche agli adulti che sono loro accanto – la chat presente sul sito internet dell’Associazione e i progetti di prevenzione nelle scuole e negli ambiti extrascolastici.
I dati sono allarmanti: da una recente indagine curata da Doxa Kids in collaborazione con Telefono Azzurro, che ha coinvolto oltre 1500 giovani dagli 11 ai 19 anni su tutto il territorio italiano, emerge che il 35% dei ragazzi è stato vittima di episodi di bullismo. Una volta su tre è accaduto a scuola. Il fenomeno è sempre più “cyber”: online, infatti, la pervasività, la persistenza e la distanza fisica offrono al bullismo terreno fertile per affondare le sue radici e crescere in maniera incontrollata.
Il bullismo è un dramma della solitudine, per questo l’ascolto e la tempestività di intervento hanno un’importanza cruciale. I ragazzi che subiscono forme di prevaricazione e sopruso, fisiche o psicologiche, da parte di coetanei raramente confidano a qualche adulto le angherie subite. In questo modo, la pressione psicologica può diventare insopportabile e portare a conseguenze drammatiche.

Informazioni

Aragorn: 02 46546786
Telefono Azzurro Onlus: clicca qui
Donazioni: fino al 21 dicembre 2014 si potrà donare 1 euro per ciascun SMS inviato al 45596 da cellulari TIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Nòverca. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ogni chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa TeleTu e TWT e di 2/5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada e Fastweb.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *