Dal 15 febbraio al 6 marzo – Antonio Conte per i bambini della Don Gnocchi

Dal 15 febbraio al 6 marzo – Antonio Conte per i bambini della Don Gnocchi

SMS al 45502 a favore di CARE Lab, dove la terapia diventa gioco

Trasformare la riabilitazione dei bambini con problemi neuromotori in un gioco grazie alle più moderne tecnologie e all’utilizzo della realtà virtuale: è questo l’obiettivo di CARE Lab, l’innovativo progetto messo a punto dalla Fondazione Don Gnocchi, al centro della campagna di raccolta fondi con SMS solidale attiva dal 15 febbraio al 6 marzo 2016 al numero 45502.

CARE Lab (Computer Assisted Rehabilitation), realizzato dai ricercatori del Centro IRCCS “S. Maria Nascente” di Milano, attraverso l’utilizzo appropriato e controllato delle tecnologie nascoste agli occhi dei bambini – trasforma gli ambienti delle terapie in spazi apparentemente solo di gioco, stimolando la partecipazione attiva e le motivazioni dei piccoli pazienti, con conseguenti miglioramenti delle loro capacità motorie.

I fondi raccolti con gli SMS solidali verranno utilizzati per incrementare le potenzialità di questo strumento, per un’attività clinica e riabilitativa sempre più vicina alla quotidianità del bambino.

Sensibile all’idea che il movimento può essere un’occasione significativa nella cura e nell’assistenza delle persone più fragili, il CT della Nazionale di calcio, Antonio Conte, ha deciso di sostenere la Fondazione Don Gnocchi, visitando nelle scorse settimane il Centro “S. Maria Nascente” di Milano, incontrando operatori e pazienti del CARE Lab e diventando testimonial della campagna.

Informazioni

Aragorn: 02 46546742
Fondazione Don Gnocchiclicca qui
Donazioni: dal 15 febbraio al 6 marzo si potranno donare 2 euro per ciascun SMS inviato al 45502 da cellulare personaleTIM, Vodafone, WIND, 3, PosteMobile, CoopVoce e Tiscali. Il valore della donazione sarà di 2 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Vodafone e TWT e di 2/5 euro per ciascuna chiamata fatta allo stesso numero da rete fissa Telecom Italia, Infostrada, Fastweb e Tiscali.

Condividi questo post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *